Mobilità Erasmus Plus nell'industria alimentare

L’industria alimentare offre molte opportunità per i tirocini Erasmus Plus in diverse aziende| ESPAMOB.

stage métiers de bouche

Scopri le opportunità nell'industria alimentare


L’industria alimentare comprende una varietà di professioni legate alla produzione, alla lavorazione e alla commercializzazione dei prodotti. Viene costantemente modernizzato per rispondere a norme igieniche sempre più severe. Settori dolci e salati, c’è qualcosa per tutti.

Macelleria

Il macellaio seleziona, immagazzina, taglia e vende al dettaglio la carne. Agisce anche come consulente culinario. Uno stage all’estero in una macelleria tradizionale o in un supermercato permetterà ai giovani apprendisti di scoprire nuove tecniche e un’altra lingua. Testimonianza

Salumeria

La salumeria è responsabile della vendita di piatti caldi e freddi a base di selvaggina, pollame, pesce e crostacei. Uno stage in una salumeria tradizionale o in un supermercato permetterà ai giovani di scoprire le tecniche specifiche del paese in questione.

Cameriere di vino

Il primo compito di un sommelier è quello di occuparsi della cantina del ristorante e delle sue preziose scorte. Il suo obiettivo è quello di redigere una carta dei vini originale. Uno stage all’estero ti permetterà di sviluppare nuove competenze tipiche del paese ospitante e di scoprire una nuova lingua. Testimonianza

null

Pescivendolo

Il pescivendolo usa diverse pratiche come la squamatura, l’eviscerazione, la sfilettatura e l’affettatura del pesce. Uno stage all’estero in una pescheria o in un supermercato permetterà all’apprendista di sviluppare nuove tecniche.Testimonianza

null

Panificio

La prima attività di un panettiere è la fabbricazione del pane, e anche se questa attività si è evoluta, il pane richiede ancora molte fasi di preparazione. Uno stage in questo campo permetterà all’apprendista di sviluppare nuove tecniche all’estero, così come di scoprire la lingua del paese.Testimonianza

null

Pasticceria

Il pasticcere è responsabile dell’intera produzione, dall’inizio alla fine. Deve essere molto meticoloso nelle sue misure, attento nel processo di cottura e realizzare con cura la decorazione. Uno stage permetterà all’apprendista di sviluppare nuove tecniche all’estero e di scoprire la lingua del paese.Testimonianza

null

Cioccolato - Pasticceria

Il fabbricante di cioccolato e di dolciumi conosce perfettamente le sue materie prime, cioè il cioccolato e lo zucchero, così come tutte le tecniche di immersione, stampaggio e rivestimento. Uno stage all’estero in questo campo permetterà ai giovani apprendisti di scoprire nuove tecniche.

null

Gelatiera

Il gelataio artigianale è una professione a sé stante. Gestisce tutto dalla A alla Z, più precisamente le fasi della produzione, dall’acquisto delle materie prime alla vendita dei suoi prodotti. Uno stage in questo campo permetterà all’apprendista di sviluppare nuove conoscenze all’estero.

Cucina

Il ruolo del cuoco è quello di preparare e preparare piatti o pasti, o di preparare banchetti, tenendo conto dei bisogni e delle richieste dei clienti. Uno stage all’estero permetterà ai giovani apprendisti di sviluppare nuove tecniche di cucina tipiche del paese ospitante. Testimonianza

Domande frequenti sugli stage nel settore alimentare


Perché fare uno stage all'estero nell'industria alimentare ?

Prima di tutto, fare uno stage all’estero permetterà agli apprendisti di scoprire nuove cose e nuovi metodi che sono tipici del paese straniero. Inoltre, sarà un’esperienza preziosa per il curriculum.

È possibile andare all'estero per uno stage anche se non si parla necessariamente bene la lingua del paese ospitante ?

Non tutti gli apprendisti che vengono a fare uno stage all’estero con Espamob parlano perfettamente la lingua del paese ospitante e non è questa la ragione per cui la mobilità non va bene. È proprio un’esperienza come questa che ti aiuterà a imparare la lingua e a scoprire il lavoro che ti piace all’estero.

Qual è la durata minima e massima di una mobilità nell'industria alimentare ?

La durata minima per una mobilità nell’industria alimentare è di due settimane. Gli stage di solito durano tra le due e le quattro settimane, ma questo può variare. Possiamo anche fare mobilità più lunghe, fino a sei mesi.

mobilité métiers de bouche

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. Information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close